Innovative Design

Docente innovatore

Ultimissime dal blog

Alcuni suggerimenti per attivare un laboratorio di scrittura creativa


connettivi
connettivi

Alcune regole per scrivere

Quando si racconta sono funzionali alla struttura del racconto i connettivi per cucire insieme gli eventi.

tipi di connettivi
tipi di connettivi

A fianco una tabella riassuntiva

Tabella
Tabella con alcuni esempi di connettivi
tabella.jpg
Immagine JPG [81.1 KB]
Download

Scriviamo una storia...

Quando si decide di cominciare a scrivere una storia è importante sentirsi a proprio agio, in uno spazio che riteniamo accogliente e lontano da occhi indiscreti. Se ci pensiamo, ognuno di noi ha nella propria casa o al di fuori di essa un posto speciale. C'è chi preferisce scrivere ben seduto di fronte al computer, chi invece si immerge nella tranquillità del proprio giardino, chi scrive a letto...

Per poter realizzare un'esperienza di scrittura creativa con una classe a tappe si può prevedere un intero quadrimestre.

Raccontiamo una storia...

Metodi e tempi di lavoro

Un lavoro di questo tipo si basa sullo spirito di collaborazione. E' necessario fin dall'inizio stabilire alcune regole in modo che le fasi del lavoro siano omogenee e ordinate:

  • tutti gli alunni devono collaborare con le loro idee alla costruzione della storia;
  • tutte le idee devono essere tenute in considerazione, senza scartarne nessuna, perché può rivelarsi utile nel corso del lavoro;
  • tutti devono scrivere e disegnare;
  • ogni decisione deve essere oggetto di discussione da parte del gruppo classe;
  • l'insegnante deve stabilire i tempi del lavoro scolastico e del lavoro assegnato a casa.

 

Prima fase: la trama...

Inizialmente occorre decidere "che cosa scrivere" ovvero la trama della storia da raccontare. Questa fase di lavoro dovrà durare circa un'ora e al suo termine dovrà essere concordato l'argomento su linee generali.

Ciascun alunno presenterà la sua proposta al gruppo classe o indicherà le sue preferenze in merito al genere della storia da scrivere. Un alunno alla lavagna, se fosse possibile multimediale per tenere traccia di tutto il percorso, trascriverà tutte le proposte. Inoltre in questa fase sarà importante stabilire a chi ci si vuole rivolgere (genitori, coetanei, ragazzi più giovani).

Si procederà con una votazione e si approverà l'idea che ha riportato il massimo punteggio.

Seconda fase: I personaggi

Il lavoro di invenzione e scrittura del personaggio verrà svolto individualmente a casa. La lezione successiva a scuola, si effettuerà una prima selezione dei personaggi, accorpando quelli che potrebbero interagire tra di loro. Con il quadro completo si passerà alla votazione per decidere quali personaggi rendere protagonisti. Vari possono essere i criteri di scelta:  simpatia (si vota il personaggio che piace di più);  praticità (si vota il personaggio più adatto a cominciare la storia;  età o caratteristiche del personaggio.

 

La descrizione:

La descrizione è funzionale in qualsiasi testo, possiamo affermare che "colora" la narrazione.

Perché sia efficace è necessario:

  • osservare attentamente prima l'insieme e poi i particolari;
  • cambiare il punto di vista;
  • cogliere le caratteristiche di ciò che si osserva;
  • percepire con i cinque sensi.

I testi non sono sempre descrittivi, ma contengono almeno una sequenza descrittiva, perché bisogna dare al lettore un'idea di ciò che può vedere, percepire o per comprendere le emozioni di chi descrive.

Come deve essere la descrizione?

Per essere efficace si deve basare su frasi brevi, su parole opportunamente scelte, preferibilmente deve fare uso della terza persona (ma anche della prima). I verbi devono essere al presente o all'imperfetto, per conferire maggiore immediatezza alla descrizione.

Prima di iniziare una descrizione decidi quali elementi vuoi descrivere, con quale ordine (dall'esterno all'interno, dal basso verso l'alto o viceversa), di una persona prima l'aspetto fisico poi quello morale oppure puoi seguire un altro percorso...

Descrizione di un personaggio

- Presentazione: Chi è (età, nome, lavoro, ecc.).

- Caratteristiche fisiche: corporatura, viso, voce, abbigliamento, aspetto, ecc..

-Caratteristiche psicologiche: carattere, sentimenti, emozioni, comportamento, ecc..

Per descrivere un personaggio possiamo procedere con una descrizione diretta ovvero fornire delle informazioni esplicite (aspetto esteriore, psicologia) oppure con una descrizione indiretta. In questo modo, è il lettore che ricava le informazioni sulla base di ciò che dice il personaggio e da come si comporta (ragionamento dell'inferenza).